(Bebeez) La farmaceutica belga Univercells incassa un round da 70 mln euro da HTH e altri investitori internazionali

La società farmaceutica belga Univercells ha incassato un round di serie C da 70 milioni di euro da Health Technology Holding (HTH), società di investimenti che integra le attività di scouting di Zcube – Zambon Research Venture con una partecipazione diretta in startup early stage nelle scienze della vita)e altri investitori internazionali (si  veda qui il comunicato stampa).

“Quando pensiamo a nuove terapie innovative come la terapia genica, la produzione è un grande ostacolo. Siamo quindi entusiasti di aver trovato le soluzioni sviluppate da Univercells. Riteniamo che la tecnologia sviluppata sarà in grado di aumentare significativamente la disponibilità di tali terapie e soprattutto diminuire il loro costo. Inoltre, Scale-X e Nevoline possono essere applicate facilmente alla produzione di vaccini, dove c’è un estremo bisogno di produzione a costi molto contenuti, soprattutto per paesi in via di sviluppo”, ha dichiarato Michele Gaiotto, ceo di HTH.

Hugues Bultot, ceo di Univercells, ha commentato: “Siamo molto contenti di poter avere HTH come partner, un team appassionato e altamente impegnato nell’innovazione delle scienze della vita. Come Univercells, HTH si sta impegnando per dare il suo contributo, concentrandosi sui meno fortunati e su patologie non ancora affrontate”.

Quello appena concluso costituisce il settimo round per Univercells, che finora ha raccolto quasi 180 milioni di dollari (si veda Crunchbase). La società annovera tra i suoi finanziatori la Bill & Melinda Gates Foundation, l’operatore internazionale di private equity KKR, e investitori pubblici belga come SFPI-FPIM (società d’investimento federale belga) e SRIW (società d’investimento della Vallonia).

Nata nel 2013, Univercells ha sviluppato una piattaforma di bio-manufacturing con l’obiettivo di rendere i farmaci biologici largamente disponibili a costi ragionevoli. L’azienda ha realizzato il bioreattore Scale-X™ e la piattaforma Nevoline™, in grado di produrre vettori di somministrazione di principi attivi biologici su scala industriale e a costi ridotti. Utilizzati sia per alcune tipologie di vaccini, che per nuovi approcci terapeutici quali la terapia genica, i vettori, in particolare quelli virali, stanno vedendo un aumento della domanda smisurato, non accompagnata però da una capacità produttiva in grado di sostenerla, soprattutto a causa di tecnologie di produzione difficilmente scalabili. Inoltre, le tecnologie attualmente in via di sviluppo da parte di Univercells, consentiranno una produzione efficiente ed economica di nuove tipologie di farmaci e vaccini.

HTH è una società di investimenti privata dedicata alle innovazioni nelle scienze della vita. Basata a Milano, investe a livello internazionale in tecnologie innovative del mondo biotech, medtech e della salute digitale. A oggi HTH ha investito in progetti di drug discovery basati sull’intelligenza artificiale, dispositivi per il rilascio di farmaci a lungo termine per trattamenti cronici, piattaforme per il monitoraggio respiratorio, test non invasivi di diagnosi predittiva di tumori e piattaforme di digital medicine. Ricordiamo che nel novembre 2020 la holding ha investito un milione di euro in MyAir Inc, società medtech con sede a Boston e Milano specializzata nella diagnostica delle malattie respiratorie .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *